SETTEMBRE 2017
 

Note

1. Una prima versione del presente contributo è stata pubblicata nella collana di Quaderni di Ricerca dell’Osservatorio Internazionale per la Coesione e Inclusione Sociale (OCIS). L’OCIS è un progetto nato nell’ambito dell’evento nazionale Social Cohesion Days, il primo festival sulla coesione sociale in Italia. L’Osservatorio nasce con l’intento di fornire utili strumenti di conoscenza circa la genesi, lo sviluppo e il consolidamento della coesione sociale nelle comunità politiche e sociali contemporanee.

2. I “Social Cohesion Days” (giunti nel 2016 alla seconda edizione) nascono con la costituzione di un network europeo di esperti, ricercatori, enti e istituzioni che ha portato alla definizione dei temi e delle istanze del festival, nell’ottica di aprire e nutrire il dibattito sulla coesione sociale e delineare nuove linee di intervento e nuovi modelli di politiche e azioni per il benessere sociale in Italia, in Europa e nel mondo.

3. Regional Well-Being

4. CoesioneSociale.Stat 

5. Il processo di costruzione dei sette singoli indicatori è uguale per ogni indicatore; per cui si descriverà il processo in generale, segnalando eventuali specificità.

6. Indicatore relazioni sociali: sviluppando la PCA e utilizzando i metodi di verifica appropriati, si osserva come solo la prima componente costruita sia significativa, e quindi solamente questa è stata conservata per la costruzione dell’indicatore. Inserendo i valori in I-Ranker, applicando i metodi di sintesi e analizzando i ranghi ottenuti, si può osservare come i ranghi siano gli stessi a prescindere dal metodo ottenuto. I valori e i ranghi ottenuti (applicando il metodo della media dei valori standardizzati) sono presentati nella Tabella 1 e 2.

7. Indicatore economia: comportamento come per nota 6.

8. Indicatore parità di genere: comportamento come per nota 6.

9. Indicatore cultura: sviluppando la PCA e utilizzando i metodi di verifica appropriati, si osserva come le prime due componenti costruite siano significative, e quindi entrambe sono state considerate nella costruzione dell’indicatore. Inserendo poi i valori in I-Ranker, applicando tutti i metodi di sintesi e analizzando i metodi di sintesi e i ranghi ottenuti, possiamo vedere come i ranghi siano sostanzialmente identici, a parte alcuni valori in uno dei metodi.

10. Indicatore inclusione sociale e non discriminazione: come per nota 9.

11. Indicatore ambiente: comportamento come per nota 9.

12. Indicatore fiducia: comportamento come per nota 9.

13. Si veda nota 3.

 

Bibliografia

Berger-Schmitt R. (2000), Social cohesion as an aspect of the quality of societies: concept and measurement, EuReporting Working Paper No. 14, Centre for Survey Research and Methodology (ZUMA), Mannheim. 

Cartocci R. (2007), Mappe del tesoro: atlante del capitale sociale in Italia, Il Mulino, Bologna.

Cartocci R. (2012), “Costruzione della nazione e capitale sociale”, in Mannelli S. (a cura di), Fare il cittadino. La formazione di un nuovo soggetto sociale nell'Europa tra XIX e XXI secolo, Rubbettino, Catanzaro, pp. 83-96.

Cartocci R., Vanelli V. (2015), “Una mappa del capitale sociale e della cultura civica in Italia”, in A.A.V.V. (a cura di), L’Italia e le sue regioni (1945-2011), Vol. IV, Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani, Roma, pp. 17-36.

Chan J., To H-P., Chan E. (2006), “Reconsidering Social Cohesion: Developing a Definition and Analytical Framework for Empirical Research”, Social Indicators Research, 75(2), pp. 273-302.
http://www.jstor.org/stable/27522534

Dauderstädt M., Keltek C. (2016), No Progress on Social Cohesion in Europe, Politik für Europa #2017plus, Friedrich-Ebert-Stiftung (FES), Berlin. 

Easterly W., Ritzen J., Woolcock M. (2006), “Social cohesion, institutions, and growth”, Economics & Politics, 18(2), pp. 103-120. http://dx.doi.org/10.1111/j.1468-0343.2006.00165.x

Istat (2015), Rapporto BES 2015. Il benessere equo e sostenibile in Italia, Roma. 

Istat (2016), Rapporto BES 2016. Il benessere equo e sostenibile in Italia, Roma. 

Jenson J. (2010), Defining and Measuring Social Cohesion, Social Policies in Small States Series, No. 1, Commonwealth Secretariat, London.

Norton A., de Haan A. (2013), Social Cohesion: Theoretical Debates and Practical Applications with Respect to Jobs, Background paper for the World Development Report 2013, World Bank. 

O’Connor P. (1998), Mapping social cohesion, CPRN Discussion Paper N-F/01, Canadian Policy Research Network, Ottawa.

Putnam R.D. (with Leonardi R., Nanetti R.Y.) (1994), Making democracy work. Civic traditions in modern Italy, Princeton University Press.

Schraad-Tischler D. (2015), Social Justice in the EU – Index Report 2015. Social Inclusion Monitor Europe, Bertelsmann Stiftung, Gütersloh, Germany. 

Schraad-Tischler D., Schiller C. (2016), Social Justice in the EU – Index Report 2016. Social Inclusion Monitor Europe, Bertelsmann Stiftung, Gütersloh, Germany. 

Giulia Venturini Università Bocconi Milano

Paolo Graziano Università degli Studi di Padova – O.C.I.S. Osservatorio Internazionale per la Coesione e Inclusione Sociale, Reggio Emilia